DOMANDA: La gestione deve effettuare la comunicazione al Prefetto prevista dall’art. 1, lett. D, del DPCM 22 marzo 2020?
DOMANDA: La gestione deve effettuare la comunicazione al Prefetto prevista dall’art. 1, lett. D, del DPCM 22 marzo 2020?

Infonews CONFIDA 38/2020

RISPOSTA: Assolutamente NO. Ogni gestione (intendendo con ciò ogni società o impresa individuale esercente la distribuzione automatica) non deve comunicare alcunché al Prefetto in quanto l’attività di distribuzione automatica è stata espressamente consentita dall’allegato 1 del DPCM dell’11 marzo che resta pienamente in vigore nonostante la successiva introduzione del DPCM 22 marzo 2020.

Questa perdurante coesistenza fra le disposizione del DPCM 11 marzo e DPCM 22 marzo, già chiara fin dall’inizio, è stata peraltro confermata dallo stesso Ministero dell’Interno con propria circolare del giorno 23 marzo 2020 per mezzo della quale, nel chiarire i contenuti del DPCM 22 marzo 2020 (dedicato alle imprese di produzione ed al commercio all’ingrosso), ha ulteriormente colto l’occasione per ribadire che “con riguardo alle attività commerciali (ndr “al dettaglio”) continuano ad operare le previsioni recate dal DPCM 11 marzo 2020”.