Coronavirus: ordinanza regione veneto 13 aprile 2020
Coronavirus: ordinanza regione veneto 13 aprile 2020

Infonews CONFIDA 57/2020

Segnaliamo che nella giornata di ieri, 13 aprile 2020, la Regione Veneto ha pubblicato l’ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 40 con oggetto “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da virus COVID-19. Ulteriori disposizioni”.

All’art. 1 lettera i) è previsto quanto segue:

“i. i distributori automatici per il commercio al dettaglio diversi da quelli di carburante, sono ammessi solo se all’interno degli uffici e delle attività regolarmente ammesse, per l’acqua potabile (c.d. Case dell’acqua), latte sfuso, generi di monopolio, prodotti farmaceutici e parafarmaceutici;”.

Pur nella sua infelice formulazione, si ritiene che con questa norma la Regione Veneto abbia voluto confermare che il commercio a mezzo distributori automatici è consentito purché l’attività sia svolta all’interno degli uffici e delle attività regolarmente ammesse, ossia quelle indicate dal DPCM 10 aprile 2020 (Decreto che, come noto, ha inglobato con alcune modifiche sia il DPCM 11 marzo 2020, sia il DPCM 22 marzo 2020).

Sono consentite inoltre le “casette dell’acqua”, i distributori di latte sfuso, i distributori di generi di monopolio e i distributori di prodotti farmaceutici e parafarmaceutici.

Da quanto sopra sembrerebbe potersi desumere che, sebbene non sia fatto cenno, i negozi automatici H24 (diversi dalle “casette dell’acqua”, i distributori di latte sfuso, i distributori di generi di monopolio e i distributori di prodotti farmaceutici e parafarmaceutici) non siano consentiti.

Si allega il testo dell’ordinanza.