CONFIDA risponde al messaggero Veneto
CONFIDA risponde al messaggero Veneto

Infonews CONFIDA 21/2017

“INACCETTABILI LE STRUMENTALIZZAZIONI POLITICHE A FRONTE DI EPISODI DI SCASSO, FURTO E DANNEGGIAMENTO DEI DISTRIBUTORI AUTOMATICI”

CONFIDA è intervenuta duramente con una nota contro un articolo del Messaggero Veneto pubblicato lo scorso 11 aprile. Il quotidiano friulano infatti aveva collegato alcuni episodi di scasso, furto e danneggiamento ai danni di distributori automatici avvenuti in una struttura sportiva e in alcune scuole di Sacile (in provincia di Pordenone) ad una ennesima e inutile polemica politica sui prodotti alimentari distribuiti attraverso le vending machine.

Oggi, il Messaggero Veneto pubblica la risposta dell’associazione che entra nel merito della questione condannando fortemente  gli episodi di scasso, furto e danneggiamento ai danni di distributori automatici di Sacile che purtroppo non rappresentano un caso isolato ma riflettono una problematica ben più ampia che quotidianamente le aziende della distribuzione automatica devono subire e che si traducono in costi impropri per le stesse aziende.

CONFIDA, nella persona del suo Presidente Piero Angelo Lazzari, ha peraltro recentemente portato all’attenzione del Ministero dell’Interno questa problematica, auspicando più intense ed efficaci iniziative di prevenzione verso la microcriminalità.

In allegato vi inviamo la nota dell’associazione e l’articolo uscito oggi sul Messaggero Veneto.

Nota Confida in risposta a Messaggero Veneto

Messaggero Veneto 19 aprile 2017