Circolare n° 9 Agenzia delle Entrate: chiarimenti sulle misure fiscali contenute nel “Decreto Liquidità”
Circolare n° 9 Agenzia delle Entrate: chiarimenti sulle misure fiscali contenute nel “Decreto Liquidità”

Infonews  CONFIDA 61/2020

Il cosiddetto “Decreto Liquidità” (D.L. 8 aprile 2020, n. 23) introduce sia misure relative all’accesso al credito sia misure di carattere fiscale finalizzate a salvaguardare le imprese da una potenziale e grave crisi di liquidità derivante dalle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica COVID-19.

Sulle misure di carattere fiscale, interviene la Circolare n. 9 del 13 aprile 2020 dell’Agenzia delle Entrate che fornisce alcuni chiarimenti.

Data la complessità e la corposità della circolare, CONFIDA ne ha riassunto i contenuti in documento che vi alleghiamo insieme al testo completo della circolare dell’Agenzia.

Vi ricordiamo che tra le novità più significative in materia fiscale del Decreto oggetto del chiarimento dell’Agenzia delle Entrate vi sono:

  • sospensione versamenti delle ritenute su redditi di lavoro dipendente e assimilato, IVA e contributi previdenziali e assistenziali, premi INAIL;
  • sospensione versamenti IVA soggetti Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi e Piacenza;
  • sospensione ritenute su redditi di lavoro autonomo, provvigioni inerenti rapporti di commissione, rappresentanza di commercio, agenzia, ecc.;
  • possibilità di calcolo col “metodo previsionale” degli acconti IRES e IRAP;
  • posticipo consegna e trasmissione telematica della certificazione unica 2020;
  • possibilità si posticipare imposta di bollo (inferiore a 250 €) su fatture elettroniche;
  • credito d’imposta per spese di sanificazione e DPI